Intestazione di pagina

Castione.ch

Percorso
Contenuto della pagina

Svizzera centrale 2: Lucerna-Rapperswil

Descrizione

La regione che si trova subito a nord delle Alpi svizzere è ricca di laghi, grandi e piccoli. Agli estremi si trovano i due bacini piú grandi, il lago Lemano a sudovest e il lago di Costanza a nordest, che segnano anche i confini naturali del vasto altipiano e della stessa Confederazione, dal cantone di Ginevra a San Gallo.
Il percorso che attraversa la Svizzera centrale si snoda fra questi estremi, restando ai margini del grande altopiano, e tocca buona parte dei laghi posti alle pendici della catena alpina, all'incirca fra Thun e Walenstadt, toccando anche alcuni centri maggiori come Berna, Thun, Lucerna, Zugo, Zurigo, Rapperswil: siamo nel cuore della Svizzera, dove si trovano i cosiddetti cantoni primitivi (quelli cioè che nel 1291 fondarono la Confederazione elvetica: Uri, Svitto e UnterWalden, cui si aggiungono Lucerna e Zugo). Nella regione fra Lucerna e Zurigo vi sono altri laghi - una decina - che restano ai margini del percorso.
Finché si resta sulle sponde dei laghi il percorso non presenta particolari difficoltà, anzi è spesso pianeggiante; d'altra parte siamo ancora in un territorio segnato dalle Alpi, quindi capita che ci si trovi a dover superare qualche dislivello o passo alpino (è il caso del Brünig fra Meiringen e Sachseln).
Ho suddiviso il tracciato in due parti: la prima da Berna a Lucerna (circa 160 chilometri da percorrere in due giorni, con sosta a Meiringen), la seconda da Lucerna a Rapperswil (100 km , percorso di una giornata).

Il percorso proposto - che misura circa 100 km - tocca i tre laghi principali: quelli di Lucerna, di Zugo e di Zurigo. Sono disposti sull'asse che parte da sudovest, dal piú lontano lago di Thun, e sale verso nordest, sempre a ridosso delle Alpi, in direzione del lago di Costanza (il Bodensee), che però è già in pianura. È in parte pianeggiante, svolgendosi in gran parte sulle coste dei laghi, ma vi sono frequenti saliscendi e un forte dislivello dopo Shilbrugg (250 m in 4 km), seguito da due lunghe discese poco prima di Wädenswil, sopra il lago di Zurigo.
Come capita spesso a nord delle Alpi, gli utenti della bicicletta si trovano a proprio agio sulle strade di questa regione, sia perché vi è un'ampia corsia ciclabile a fianco di quella per le automobili (corsia che gli automobilisti rispettano!), sia perché quasi ovunque anche ai ciclisti è consentito far uso del marciapiede, che offre un'ulteriore sicurezza.

Apri la mappa del percorso (gif 940x750 75dpi 60kB)

Il viaggio

Visualizza il percorso su MapMyRide.com

Lucerna è uno snodo ferroviario importante: è il caso di sfruttare il treno per arrivare sin qui, dove ha inizio il tour. Se ancora non la si conosce, conviene prevedere una buona mezza giornata per visitare questa città, una piccola perla della Svizzera tedesca. Dalla stazione si attraversa il ponte sulla Reuss (vista sul Kapelbrücke): inizia il tratto di costa del lago dei quattro cantoni, in direzione di Küssnacht - sull'estremo di uno dei rami del lago - per poi scendere lungo la costa assai frastagliata fino a Brunnen. Quando è possibile si consiglia di far uso dell'ampio marciapiede, che i cartelli indicano come agibile anche ai ciclisti - ma attenzione ai numerosi escursionisti a piedi che nelle belle giornate affollano le rive del lago!
Sull'altro lato del lago, proprio di fronte a Brunnen, si intravvede forse, guardando sul fianco orientale del monte Seelisberg, il prato del Rütli (o Grütli), il luogo in cui secondo la leggenda fu stipulato il patto che fondò la Confederazione. Non vi si trovano monumenti o edifici imponenti: solo una bandiera e una cappella ricordano l'evento.
Abbandonate le coste del primo lago, ci si avvia verso Arth, all'estremo meridionale del lago di Zugo, che si risale lungo la sua costa orientale; prima di Arth si percorrono i margini di un bacino minore, il lago di Lauerz. Arth si trova a metà esatta del percorso: è quindi il luogo ideale per una sosta, magari in riva al lago. Giunti a Zugo abbandoniamo anche questo bacino per il terzo e ultimo, il lago di Zurigo; prima però occorre superare alcune colline dopo Sihlbrugg (circa 250 m di dislivello). Arrivati a Wädenswil senza alcuno sforzo grazie a due lunghe discese (non si pedala per quasi 4 km) si segue la costa verso sud fino alla strozzatura di Pfäffikon e al trafficato ponte che congiunge le due sponde, attraversato il quale siamo infine a Rapperswil.

Scheda tecnica

luogo msm km tot ora note
Lucerna 440 0 09:50 lungolago
Küssnacht am Rigi 440 14 14 10:30 saliscendi; lungolago
Weggis 445 7 21 10:45 saliscendi; lungolago
Brunnen 440 19 40 11:45 salita; scollinamento a 560 msm
Arth 420 16 56 12:45 pianeggiante; pranzo (1h)
Zugo 425 14 70 14:30 lungolago; salita
scollinamento 690 12 82 15:30 discesa
Wädenswil 410 8 90 15:45 lungolago
Rapperswil 410 15 105 16:30 fine viaggio

Da vedere

Trasporti

Un treno arriva direttamente a Lucerna dal Ticino alle 09:36 (partenza a Bellinzona alle 07:23, orario ufficiale FFS 2007); nessun problema per il trasporto della bicicletta. Da Rapperswil vi sono treni ogni ora, ma attenzione alle coincidenze a Arth-Goldau perché non sempre è possibile caricare la bici: ad esempio lo si può fare partendo alle 17:00 da Rapperswil e prendendo la coincidenza delle 17:54 a Arth-Goldau, mentre non lo si può fare con il treno che parte da Rapperswil alle 18:00.